Community

Mehr über Zitig.ch

Gepostet von: Messaggero

Kategorie: Fussball

Gepostet am: vor 3 Tag(en)

Tags: Wm 2010 Fussball calcio Italia

26 Stimmen

bewerten

Due giorni fa abbiamo assistito all’eliminazione della Francia, finalista nel 2006, oggi lo stesso destino tocca all’Italia, l’altra finalista di quattro anni fa.

Gli azzurri deludono ed incassano addirittura tre reti dalla modesta Slovacchia. Solo negli ultimi venti minuti, la squadra di Lippi si sveglia e sfiora a ripetizione il goal della qualificazione.

I campioni del mondo uscenti, per almeno un’ora, non riescono mai ad entrar in partita, i giocatori italiani sono sempre in ritardo su tutti i palloni, non creano mai pericoli alla porta avversaria per tutto il primo tempo, anzi subiscono l’1:0 di Vittek al minuto 25, dopo un errore di disimpegno di De Rossi e Montolivo (i peggiori in campo).

Gli slovacchi disputando una partita egregia, riescono a mettere in difficoltà a ripetizione la più che perforabile difesa azzurra, con l’ex pallone d’oro e capitano Cannavaro in vistoso affanno.

Nella ripresa gli innesti (tardivi) di Maggio e soprattutto di Quagliarella danno una scossa alla squadra, che dopo il 2:0 del solito Vittek finalmente reagisce, creando innumerevoli occasioni. L’attaccante napoletano si mette subito in evidenza e solo un salvataggio sulla linea gli nega la gioia della rete.

Da una bella combinazione Iaquinta e Quagliarella scaturisce il punto del 2:1 di Di Natale, la punta dell’udinese  raccoglie la respinta del portiere ed insacca.

La pressione azzurra aumenta, la Slovacchia sembra alle corde, ma poi l’ennesimo errore difensivo consente a Kopunek di realizzare il 3:1 ad un minuto dal termine.

La gara sembra chiusa ma una magia durante i minuti di recupero di Quagliarella, un fantastico pallonetto che beffa Mucha, regala all’Italia altri attimi di speranza, che s’infrangono al sesto minuto di recupero sui piedi di Pepe (inguardabile per gran parte del Match), che scaraventa il pallone sul fondo da ottima posizione.

La Slovacchia vince meritatamente 3:2 e passa il turno come seconda classificata, alle spalle del buon Paraguay (0:0 con la Nuova Zelanda). Gli ormai ex campioni del mondo si piazzano incredibilmente all’ultimo posto.

Lippi, in conferenza stampa, si assume tutte le responsabilità, l’Italia ottiene il peggior risultato storico di sempre ai campionati del mondo.

L’allenatore italiano non può che far altrimenti e rilasciare queste dichiarazioni: il tecnico viareggino infatti ha fatto due punti in un girone di scarsissimo livello, ha effettuato delle convocazioni tutt’altro che convincenti (lasciando a casa giocatori importanti), ha cambiato continuamente formazione, non ha mai dato un vero gioco alla squadra, non ha mai convinto nelle gare amichevoli di preparazione(con un continuo ed inutile turnover), non ha preparato mentalmente la compagine azzurra a questo torneo ed in più non ha mai ascoltato le critiche schierando delle formazioni inadatte, di scarsa qualità ed in più in una condizione fisica imbarazzante.

Prandelli, nuovo commissario tecnico italiano, avrà molto da lavorare, i tifosi sperano che saprà rifondare un gruppo vincente, magari aggiungendo più qualità e facendo crescere qualche giovane interessante per sostituire i big ormai troppo vecchi per la causa azzurra.

Antworten Lauravor 3 Tag(en)

Un vero peccato, ma d'altronde si vedeva che le altre squadre erano nettamente più preparate!

Antworten pippovor 2 Tag(en)

Pessimo allenatore stavolta, brutta squadra, giusto che vanno tutti a casa....

(Bitte keine HTML-Tags verwenden.)

Name:  
Email:    
Kommentare: